Ketamina

Ketamina liquida

COS’È
La Ketamina o "Ket" è un anestetico generale utilizzato sia in medicina che in veterinaria.
Scientificamente è definito ANESTETICO DISSOCIATIVO, data la capacità di questa sostanza di separare la mente dal corpo provocando in alcuni casi allucinazioni, visioni mistiche, sensazione di entrare in un’«altra realtà».
Questa sostanza è presente sul mercato illegale sotto forma liquida, ma con un procedimento di riscaldamento viene trasformata in polvere per poi essere solitamente sniffata, oppure fumata, anche se c’è chi se la inietta direttamente in muscolo.

EFFETTI RICERCATI
L’uso di ketamina a dosi elevate porta ad un’esperienza psichedelica molto forte. La più tipica è definita da alcuni addirittura «vicino alla morte». Si può arrivare ad avvertire un’intensa sensazione di essere realmente morti e, dopo un distacco della mente dal corpo, di fluttuare nell’ambiente circostante per poi tornare alla vita e alla luce attraverso un tunnel. Tutto ciò dura circa un’ora.
L’uso attualmente più diffuso avviene invece in dosi e concentrazione meno elevate. L’effetto allucinogeno è differente da quello molto introspettivo dato dagli allucinogeni, ed è molto più centrato su allucinazioni che coinvolgono i sensi e quindi la relazione con l’esterno.
Provoca nelle persone che l’assumono l’impossibilità di controllare i muscoli del proprio corpo, perdita della coordinazione, difficoltà a mettere insieme i movimenti più banali come camminare o semplicemente reggersi in piedi.
Sempre a dosi moderate la ketamina viene utilizzata per contrastare altre droghe più veloci prese nel corso di una serata: Speed, Anfetamina, Cocaina... L’obiettivo è quello di evitare, quando è ora di tornare a casa dopo una notte di sballo, di passare ciò che rimane della notte a rivoltarsi nel letto insonni.

RISCHI
Essendo una sostanza con un forte potenziale psichedelico, il rischio principale è quello di non riuscire a tornare più con i piedi per terra, creando in questo modo un distacco sempre più forte dalla realtà.
Eccedere nei dosaggi rischia di essere terribilmente pericoloso. Anche qui vale la pena ricordare che è sconsigliabile assumere in modo superficiale e poco prudente sostanze che modificano la mente. Quello che mettiamo a rischio, infatti, è un bene prezioso: la nostra intelligenza e la nostra salute mentale.
Inoltre, un uso continuato della ketamina porta anche ad alcuni disturbi fisici, come difficoltà nella digestione e nell’urinare, oltre che a problemi di memoria. È estremamente pericoloso associare la ketamina ad altre sostanze (alcol, barbiturici, eroina), si rischia un collasso cardio-respiratorio. 
Spesso durante e dopo l’utilizzo vi è un forte senso di nausea, alcuni consigliano di non mangiare per alcune ore prima e dopo l’assunzione. 
Dal momento che questa sostanza provoca la perdita di CONTROLLO del corpo, chi avesse assunto ketamina non deve assolutamente mettersi alla guida di qualsiasi mezzo di locomozione (auto o moto che sia) o avventurarsi in tutto ciò che necessita una minima capacità di coordinazione dei movimenti (nuotare, correre in luoghi pericolosi, arrampicarsi o sporgersi).